Login

MET


Anci Toscana
Pnrr: avanti con la collaborazione, ma i Comuni hanno bisogno di risorse umane e tecniche
Il presidente Biffoni all'incontro organizzato dalla Regione con sindaci e amministratori
Incontro con i sindaci sul Pnrr al Teatro della Compagnia (Foto Eugenio Giani)
Avanti con la collaborazione con la Regione Toscana e con la cabina di regia sul Pnrr per portare avanti il lavoro già avviato, ma anche allarme per la mancanza delle risorse umane, tecniche e professionali necessarie a raggiungere gli obiettivi nei tempi previsti. E quindi la richiesta al Governo di snellire al più presto le procedure, e la proposta alla Regione di finanziare l’utilizzo di competenze esterne. Sono questi i temi dell’intervento del presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni, che stamani ha partecipato all’incontro organizzato dal presidente della Regione Eugenio Giani con i sindaci e gli amministratori al Teatro della Compagnia di Firenze.

“Fin dallo scorso aprile Anci Toscana, anche insieme alla Regione, organizza momenti di formazione e informazione per i Comuni sul Pnrr, su tutti i settori che interessano gli investimenti e i progetti del Pnrr - ha spiegato Biffoni - Momenti che hanno permesso agli amministratori di iniziare a predisporre i loro progetti. Ma se il 2026 è l’anno in cui si dovranno rendicontare gli interventi, è indispensabile più coraggio per consentire ai Comuni di avere spalle più ampie per lavorare: penso alle assunzioni del personale, che hanno tempi lunghissimi, o alle relazioni con soprintendenze e altri enti statali per permessi e valutazioni. Dobbiamo cambiare passo, dare fiducia ai Comuni e snellire le procedure: altrimenti rischiamo che la fase progettuale vada presto in affanno”.

Da qui la proposta: "L'idea che stiamo elaborando con la Regione è quella di utilizzare anche risorse esterne per supportare i Comuni sui progetti del Pnrr. Penso in particolare ai centri più piccoli, con pochi dipendenti, che non hanno le strutture tecniche interne necessarie ad elaborare la realizzazione di una strada o di una scuola, e neanche possono tralasciare il lavoro quotidiano. Credo che in questo caso, con risorse dedicate - ha concluso Biffoni - per la progettazione ci si possa avvalere di soggetti privati, naturalmente che abbiano tutti i requisiti necessari”.

06/11/2021 18.01
Anci Toscana


 
 


Met -Vai al contenuto