Login

MET


Redazione di Met
Cinema: dalla straordinaria vita del dj Laurent Garnier al biopic su Lawrence Ferlinghetti passando per l’Isolotto di Firenze nei documentari della 62/ma edizione del Festival dei Popoli
Ad aprire la giornata venerdì 26 novembre al cinema La Compagnia (ore 9) il progetto didattico dell’ISIS Galilei di Firenze sul racconto e l'evoluzione del quartiere fiorentino dell'Isolotto
Dalla straordinaria vita del dj Laurent Garnier al biopic su Lawrence Ferlinghetti passando per l’Isolotto di Firenze: sono alcuni dei protagonisti dei documentari in programma al 62° Festival dei Popoli, il festival internazionale del cinema documentario, venerdì 26 novembre, al cinema La Compagnia e in vari luoghi della città (ingresso 7 euro, ridotto 5).

Si parte alle 9 (ingresso libero) a La Compagnia con “L’isolotto che c’è” di Alberto Peraldo, progetto sostenuto dagli studenti fiorentini dell’ISIS Galilei. L’isolotto è qualcosa in più di un quartiere della circoscrizione fiorentina. Le immagini scorreranno dal principiò ad oggi: l’edificazione del “villaggio-giardino”, l’alluvione del ‘68, l’espansione urbanistica, la nascita della Comunità di Don Mazzi, fino alle sfide dell’“era Covid” e ai progetti per il futuro del quartiere, sinonimo di solidarietà e integrazione.

Evento speciale allo Spazio Alfieri (dalle 17.30) con la proiezione di “Lawrence” di Giada Diano ed Elisa Polimeni (Italia, 2021): un ritratto intimo e ironico di Lawrence Ferlinghetti, scrittore, poeta e pittore, animatore culturale della scena beat californiana, che si racconta con allegra e divertita spontaneità nei luoghi iconici di San Francisco e della Bay Area, come la City Lights Bookstore e il suo studio d’artista.

In prima serata (La Compagnia, ore 21) la prima italiana del documentario “Laurent Garnier: Off the Records” di Gabin Rivoire (Belgio, Regno Unito, 2021). Composto da rare immagini d’archivio e filmati del recente tour mondiale di Laurent Garnier, il film è un quadro personale ed entusiasmante di un pioniere che ha seguito la propria passione contro ogni aspettativa, contribuendo a realizzare una rivoluzione musicale, sociale e politica grazie alla musica techno. Il docu-film sarà nei cinema il 13, 14 e 15 dicembre, distribuito da Wanted Cinema.

Ultimo appuntamento al cinema Paradiso presso il 25HoursHotel (piazza San Paolini, 1) per il quarto incontro di PopCorner, a tema “Generazioni” con la regista Irene Dionisio e la giovane pop-star Voodoo Kid. Si parlerà di conflitto generazionale, su come viene percepito e affrontato, di quante divisioni reali separano i grandi dai giovani di oggi.

La 62/ma edizione del Festival dei Popoli è realizzata con il contributo di MIC - Direzione Generale Cinema, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Sistema Toscana.

Festival dei Popoli |055 244778 | info@festivaldeipopoli.org. Biglietti: 60 euro abbonamento, 40 ridotto; 10 euro giornaliero (7 ridotto). Biglietti: pomeriggio 5 euro (4 ridotto); serale 7 euro (5 ridotto).

Ufficio Stampa Festival dei Popoli
press@festivaldeipopoli.org; Antonio Pirozzi (3395238132) e Arianna Monteverdi (3386182078)
con Valentina Messina (3274419370) press.festivaldeipopoli@gmail.com

PROGRAMMA: VENERDÌ 26 NOVEMBRE

Cinema La Compagnia
9:00 - Proiezione riservata alle scuole
L’ISOLOTTO CHE C’È di Alberto Peraldo (Italia, 2021, 53’)
L’edificazione del “villaggio-giardino”, l’alluvione del ‘68, l’espansione urbanistica, la nascita della Comunità di Don Mazzi, fino alle sfide dell’“era Covid” e ai progetti per il futuro del quartiere, sinonimo di solidarietà e integrazione. Un progetto didattico che ha coinvolto un gruppo di studenti dell’ISIS Galilei di Firenze.
Presente in sala il regista.

15:30 - CONCORSO INTERNAZIONALE
BIG IN CHINA. GEORGES AND THE VISION MACHINES di Dominic Gagnon (Canada, 2021, 74’)
Con oltre duemila video caricati in rete, il francese Georges denuncia la realtà straniante e disumanizzante della società cinese. Il film più politico e riuscito del regista canadese Gagnon che da anni racconta il codificarsi di un nuovo ordine mondiale nell’epoca del digitale.
Presente in sala il regista.

18:00 - CONCORSO INTERNAZIONALE
ONCE UPON AT TIME IN QUIZCA di Nicolás Torchinsky (Argentina, 2021, 12’)
Un anziano contadino delle montagne argentine racconta una storia che parla di un suo amico, morto solo nella sua casa isolata. Ad accompagnare le sue parole il viaggio di alcuni uomini lungo i sentieri d’altura. Chi sono? Che rapporto hanno con quella storia?
Presente in sala la responsabile della distribuzione Maria Vera.

CONCORSO INTERNAZIONALE
METOK di Martín Solá (Italia, Argentina, Tibet, 2021, 61’)
Metok è una giovane monaca tibetana che studia medicina in India. Quando la madre le chiederà di tornare a casa per aiutare una donna a partorire, il viaggio sarà un’esperienza avvolgente, in cui le montagne, i corsi d’acqua e il vento si faranno tappe di un lungo percorso interiore.
Presente in sala il regista.

21:00
LAURENT GARNIER: OFF THE RECORD di Gabin Rivoire (Belgio, Regno Unito, 2021, 90’)
Composto da rare immagini d’archivio e filmati del recente tour mondiale di Laurent Garnier, il ritratto intimo ed entusiasmante di un pioniere che ha seguito la propria passione contro ogni aspettativa, contribuendo a realizzare una rivoluzione musicale, sociale e politica grazie alla musica techno.

Spazio Alfieri
15:30
ALONE di Dmitry Kabakov (Russia, 1999, 48’)
Ogni giorno un’anziana donna si reca in treno da sola nei boschi a raccogliere legna. Un gesto minimo, apparentemente insignificante, che diventa uno straordinario apologo della società russa, in cui immagini d’archivio irrompono prepotentemente a raccontare una storia universale.

LARISA di Elem Klimov (U.R.S.S., 1980, 25’)
A un anno dalla morte della sua compagna, Larisa Shepitko, Klimov ne illustra il percorso artistico, dagli inizi nella scuola di cinema di Mosca fino al tragico incidente. Voci, immagini e volti si avvicendano per comporre al tempo un gesto d’amore e la visione di una moderna e potente idea di cinema.

17:30
SO LONG MICHEAL di Nicolas Klotz e Elisabeth Perceval (Francia, 2021, 11’)
Un ritratto dell’indimenticabile attore Michael Lonsdale, già protagonista di La Question humaine: un’ultima interpretazione, tra Artaud e Plutarco, prima di trasformarsi in impalpabile polvere di stelle.

LAWRENCE di Giada Diano, Elisa Polimeni (Italia, 2021, 66’)
Ritratto intimo e ironico di Lawrence Ferlinghetti, scrittore, poeta e pittore, animatore culturale della scena beat californiana, che si racconta con allegra e divertita spontaneità nei luoghi iconici di San Francisco e della Bay Area, come la City Lights Bookstore e il suo studio d’artista.
Presente in sala la regista.

19:30
BEYOND THE RIVER BANKS di Riccardo De Cal (Italia, 2021, 80’)
Il Piave è conosciuto per essere il fiume sacro alla patria. Il dramma della guerra e il disastro del Vajont ne hanno segnato in modo indelebile la storia. Lungo il suo corso, passato e presente, sacro e profano coesistono in un affresco che racconta non solo un luogo ma anche le complesse vicende di chi lo abita.
Presente in sala il regista.

21:30 - CONCORSO ITALIANO
LOS ZULUAGAS di Flavia Montini (Italia, Colombia, 2021, 80’)
Camilo è un cittadino italiano di origine colombiana. Ha lasciato il suo paese quando era bambino per via delle minacce ricevute dal padre, ex comandante guerrigliero morto in esilio a Roma. Diciotto anni dopo, decide di fare ritorno in Colombia per affrontare il suo doloroso passato.
Presente in sala la regista.

Cinema Paradiso – 25HoursHotel
19:00
POP CORNER #4: GENERAZIONI con Irene Dionisio e Voodoo Kid
Abbiamo 62 anni ma ci sentiamo in piena adolescenza. Esiste ancora una divisione tra le generazioni? E se sì, cosa le distingue? Come affrontare il conflitto e rischiare un dialogo?

25/11/2021 12.50
Redazione di Met


 
 


Met -Vai al contenuto