Login

MET



Controlli voce Chiudi controlli
: Volume:  1 Velocità  1 Tono:  1
Regione Toscana
Consiglio della Regione. Ambiente e Sanità: parere favorevole al regolamento della legge 40
In merito all’attuazione delle direttive europee sulla protezione dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, con invito alla Giunta regionale di omogenizzare legge e regolamento
Parere favorevole – da parte delle commissioni Sanità e Ambiente, riunite in seduta congiunta – al Regolamento di attuazione della legge regionale 40 del 2021, in relazione all’attuazione delle direttive europee, sulla sicurezza e sulla protezione dai pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti - con richiesta alla Giunta regionale di omogenizzare legge e regolamento, riguardo alla figura del membro supplente della commissione, come ha sottolineato la presidente della commissione Ambiente, Lucia De Robertis (Pd), d’accordo con il presidente della commissione Sanità, Enrico sostegni (Pd).

Nel corso del dibattito, dopo l’illustrazione del Regolamento da parte dei funzionari della Giunta regionale, diverse le richieste di approfondimento e le proposte, da parte del vicepresidente Alessandro Capecchi (FdI) e del consigliere Andrea Ulmi (Lega).

Il Regolamento, tra gli altri adempimenti, disciplina in particolare il funzionamento della commissione regionale per la prevenzione dei rischi da radiazioni ionizzanti – che a norma della legge regionale è composta da nove membri - unitamente alla definizione delle modalità di espressione dei relativi pareri e della valutazione della dose alla popolazione, che obbliga le Regioni alla “quantificazione dell’entità e della variabilità delle esposizioni a scopo medico della popolazione residente”. Nello specifico il Regolamento prevede la figura del membro supplente, quale componente della commissione, e che la presenza del rappresentante di Arpat sia indispensabile per la validità formale delle sedute quando, per la materia trattata, è richiesta l’espressione del parere di competenza. In relazione alla valutazione della dose alla popolazione si prevede che la Regione si avvalga del sistema regionale centrale di monitoraggio e documentazione delle dosi da esposizione mediche, alimentato dai dati forniti dalle Asl e dalle Aziende ospedaliere universitarie.

30/11/2022 17.55
Regione Toscana


 
 


Met -Vai al contenuto